Posted in: Abbigliamento e accessori, News

Omologazione Casco: è importante sapere che …

omolog-crash

Stai cercando informazioni sull’omologazione dei caschi da moto?

Vuoi capire meglio cosa c’è scritto sull’etichetta di omologazione del casco da moto?

Omologazione Casco da Moto

 

In questo articolo faremo un po’ di chiarezza in proposito, in modo che ognuno di voi sappia scegliere al meglio l’acquisto del prossimo casco da moto, spendendo il giusto e ottenendo il massimo.

La prima cosa da sottolineare è che l’etichetta di omologazione di un casco da moto deve sempre essere cucita all’interno del casco, sull’imbottitura, oppure sul cinturino. Questa etichetta non può essere rimossa per nessun motivo, pena la perdita di omologazione del casco. Quindi è consigliabile verificare al momento dell’acquisto la presenza dell’etichetta, ma soprattutto è importante e interessante capire quello che la stessa etichetta ha da dirci sull’omologazione del casco. Crash Test di omologazione caschiUna volta individuata la posizione dove l’etichetta di omologazione è stata applicata, leggendola, ci rendiamo subito conto che sostanzialmente è divisa in due aree, la parte superiore riporta la tipica E maiuscola cerchiata con affianco un numerino, mentre la parte inferiore ha una sequenza alfanumerica che, vedremo più avanti, ci indica alcune informazioni veramente importanti. Il numero accanto alla E cerchiata rappresenta la nazione presso la quale è stata rilasciata l’omologazione (attenzione, non dove è stato prodotto il casco), così se troviamo 1 significa Germania, 2 Francia, 3 Italia e così via, come riportato nella tabella parziale qui in basso.

1-Germania  6-Belgio  2-Francia 9-Spagna  3-Italia  11-Regno Unito  4-Paesi Bassi  12-Austria  5-Svezia  13-Lussemburgo

 

Etichetta di Omologazione dei Caschi

La serie alfanumerica nella parte bassa inizia sempre con dei numeri, separati con una barra da una lettera, poi un trattino e altri numeri nella parte finale.

Ma cosa vogliono dire?

I primi due numeri indicano la normativa che il casco rispetta, ad esempio se troviamo 05 significa che il casco è conforme alla normativa ECE 22-05 e stanno ad indicare che il casco ha ottenuto l’omologazione 05, la più recente ed attualmente in vigore in Europa. Dato che le normative tendono a diventare sempre più severe, questo valore è spesso inteso come un indice di qualità della calotta del casco.

Le quattro cifre seguenti indicano il numero che identifica il test di omologazione di quello specifico modello di casco e dopo la barra troviamo la lettera che ci dice quale tipo di test è stato eseguito: J per i caschi Jet, P per i caschi dotati di mentoniera protettiva (per esempio gli integrali) e infine NP per i caschi dotati di mentoniera non protettiva. È inoltre possibile eseguire più di un test sullo stesso modello di casco per ottenere più omologazioni, per quei particolari modelli di casco che hanno la mentoniera protettiva estraibile o modulare (vedi Multifunzione) e che quindi possono essere utilizzati sia come caschi Jet che come Integrali. Le cifre finali non sono altro che un numero sequenziale progressivo di produzione che per comodità possiamo anche chiamare numero di matricola.

Il produttore deve testare nel laboratorio di un ente omologatore, solitamente 2 caschi per ogni taglia.

L’ente omologatore sottoporrà i caschi alle prove omologative richieste e nel caso di esito positivo, comunicherà all’azienda il benestare alla commercializzazione dei caschi. Chiaramente se l’esito dei test fosse negativo, il produttore dovrà modificare i caschi prodotti secondo le indicazioni fornite dai test stessi ed inviare altri caschi all’ente omologatore, per ripetere il test.

In ogni caso ricordate sempre che le moto, anche se molto divertenti, non sono un gioco e che il casco protegge la testa e salva la vita, usatelo. Sempre.

Condividi sui social

    Lascia un commento